Cose inutili che gli hotel continuano ancora a fare

Abbiamo avuto occasione di vedere numerosi hotel, ostelli ed appartamenti e non possiamo fare a meno di domandarci perché così tanti di loro si mostrino ancora tutt’oggi così cocciutamente fedeli a vere e proprie reliquie del passato, quando internet era forse ancora un lontano miraggio o si affacciava appena sulla scena dell’hospitality. Queste pratiche ormai datate non fanno altro che ostacolarti, che tenerti bloccato e noi siamo qui a parlartene proprio per farle diventare finalmente solo un lontano ricordo! Iniziamo allora dai punti più ovvi…

1.     Wi-Fi a pagamento

Questo ci tocca davvero nel profondo! Ormai quasi in qualunque posto tu vada, la connessione alla rete wi-fi è gratis. Bar? GRATIS! Aeroporti? GRATIS! Luoghi pubblici come zoo e parchi? Spesso disponibile e…GRATIS! Dunque perché mai esistono ancora hotel che richiedono un pagamento per accedere a questo servizio?

Solitamente quegli hotel o catene alberghiere che scelgono di attenersi a questa pratica tendono ad orientarsi, per ironia, verso il settore luxury. Le connessioni wi-fi a pagamento non solo rappresentano un elemento indubbiamente negativo per qualunque ospite nella fase di scelta della struttura, ma generano anche dei profitti davvero minimi.

Guardando da una differente prospettiva, i costi anticipati, di sicuro non indifferenti, previsti per l’ installazione di un solido sistema di connessione wi-fi (se sei alla ricerca  dai un’occhiata a Nonius, uno dei nostri preferiti…) saranno compensati dal vantaggio di avere ospiti più contenti e dai profitti che dovresti riuscire ad ottenere dall’acquisizione dei dati degli ospiti stessi.



PROVA MEWS

Saperne di più su chi sceglie di alloggiare nella tua struttura (ovviamente con il loro consenso nel rispetto dell’attuale legge sulla privacy – GDPR) e capirne i modelli comportamentali ti porterebbe sicuramente molto più lontano rispetto ai pochi centesimi guadagnati addebitando un costo per la connessione internet. Grazie ai dati acquisiti potrai riuscire a soddisfare i bisogni dei tuoi ospiti, targetizzare quelli futuri e comprendere già quale sarà la loro prossima meta rendendo senza alcun dubbio l’esperienza del cliente davvero memorabile!

Integrando il tuo PMS con una soluzione di connessione wi-fi controllata e su Cloud,  come ad esempio Cisco Meraki, avrai la possibilità di intercettare e monitorare in maniera intelligente in quale parte della struttura i tuoi ospiti stanno utilizzando il loro indirizzo MAC. In questo modo, se un ospite dovesse trovarsi nella zona vicino alla piscina, potresti ad esempio impostare lo spegnimento automatico delle luci in camera o magari dare il via libera al team delle pulizie per accedere alla camera senza disturbare l’ospite. Oppure quando una persona sta ritornando in camera potresti riaccendere le luci ed attivare l’aria condizionata. In questo modo i consumi della tua struttura si dimezzerebbero in maniera evidente!

Recentemente abbiamo anche scritto qualche riga su come utilizzare la tecnologia in maniera intelligente per ridurre lo spreco nella tua struttura, puoi dare un’occhiata al nostro articolo qui.

2. Business Point

Ti sfidiamo a raccontarci dell’ultima volta in cui hai visto qualcuno seduto da solo in questo angolo dimenticato all’interno della tua struttura.

I “Business Point” sono tutti gli stessi: tre o quattro monitor ormai di vecchia data, una stampante rumorosa e sedie scomode. Credici, non ne vale proprio la pena!

Questo spreco di spazio è ormai datato e francamente non necessario. La gente al giorno d’oggi tende molto di più a viaggiare portando con sé il proprio portatile o dispositivi vari e se così non fosse, sarebbe comunque di gran lunga un’ottima idea quella di cambiare un po’ le cose! Cosa ne pensi piuttosto di investire in benefici extra per le persone che soggiornano nella tua struttura per viaggi di lavoro? Offrire stampe gratis o un servizio notturno di lucidatura scarpe? O magari investire in tablet o computer prodotti per lo meno negli ultimi 10 anni? Pur non avendo eventualmente il budget sufficiente per trasformare la tua struttura in una piccola città notturna elegante ed all’avanguardia, basterebbe comprarne un paio e lasciarli a portata di mano per le persone che ne hanno bisogno. A lungo termine, il tutto porterà ad un risparmio di denaro, all’approvazione degli ospiti e perché non fare qualcosa di utile con quell’angolo libero che ti ritrovi adesso?

Oppure potresti optare per la scelta fatta dall’Ace Hotel o dall’Hoxton Hotel, convertendo questi spazi in aree di co-working con vicino un bar o un bistrot, creando così un ambiente animato e vivace, che favorisce il tuo marketing ed il passa parola. Questo ti permette di mantenere la tua struttura al passo coi tempi e di far aumentare di gran lunga gli introiti del tuo dipartimento F&B.

3. Quel telefono!

Per caso qualcuno ha stipulato un patto nel 1995 che stabilisse che da allora nessuna struttura avrebbe potuto più cambiare telefoni?

Quei telefoni in camera possono anche avere forme diverse, ma, siamo sinceri, sono senza dubbio tutti uguali – integrazioni antiquate ad un sistema retrogrado che ad oggi nessuno utilizza più o vorrebbe utilizzare. Si guastano e gli hotel detestano rimpiazzarli. La gente ha smesso di utilizzare telefoni del genere al di fuori di un ufficio davvero tanto tempo fa…beh, forse è l’ora di voltare pagina!

Sappiamo bene che gli ospiti (soprattutto provenienti da zone al di fuori dell’Europa) soffrono quasi di attacchi d’ansia quando si parla di roaming, ma esistono compagnie che offrono sicuramente delle soluzioni. Dai un’occhiata ad Handy per esempio. Questa compagnia offre telefoni cellulari da disporre all’interno delle camere con chiamate, internet e messaggi gratis a disposizione degli ospiti, i quali possono portarli con sé ovunque durante il soggiorno. I telefoni possono essere utilizzati per chiamate internazionali, chiamate da camera a camera o per ordinare il Servizio in Camera. Offrono tutte le funzionalità di quei vecchi ed obsoleti telefoni di plastica di un tempo e molto di più!

Potresti eventualmente anche integrare il tuo PMS con servizi come QuickText che ti permette di comunicare con i tuoi ospiti attraverso app che loro stessi già usano, come app di chat varie o social media. Oppure potresti creare un’integrazione davvero funzionale tra il tuo PMS e il geniale Zapier, che ti permette di inviare automaticamente agli ospiti informazioni varie tramite SMS, come ad esempio la password per accedere alla connessione wi-fi appena effettuato Il check-in. Potresti anche utilizzare Zapier per creare diverse comunicazioni interne davvero intelligenti con il resto del tuo team:

 

 

4. Pay-per-view

Qui entrerà di sicuro in gioco la nostalgia, ma è il momento di dire addio anche a questo!

Ti sembra che gli ospiti usino davvero ancora questo servizio? Tutti ormai hanno una smart TV in casa propria o uno smartphone, un computer per intrattenersi un po’ in viaggio. Con il declino della pay-per-view, saresti davvero in grado di dire che i tuoi profitti crescono addebitando prezzi ridicoli sul conto dei tuoi ospiti per una quasi banale selezione di film o magari un porno? Guardiamo oltre!


ISCRIVITI

Alcuni hotel già permettono ai propri ospiti di collegarsi al proprio Netflix dalla loro camera e ci sono davvero tante soluzioni sul mercato! Una di queste si chiama Google Chromecast. Il prezzo oscilla intorno ai €30 e si tratta di un piccolo dispositivo davvero geniale grande quasi come una chiavetta USB. Tutto quello che devi fare è collegarlo attraverso la porta USB del dispositivo, attivare un PIN e permettere in questo modo ai tuoi ospiti di guardare qualunque cosa vogliano, dal proprio dispositivo e completamente gratis! Non ci saranno più discussioni o conversazioni del tipo “Giuro di non aver mai ordinato quel film per adulti!” in reception al check-out.

5. Front Desk

Immagina di essere un ospite…arrivi in una struttura per la prima volta e ti avvii verso la reception. Se sei fortunato non incontri fila ma, in caso contrario, sarai costretto a rimanere in fila con il tuo trolley, contando gli infiniti minuti che mancano al check-in per entrare in quella camera prenotata magari secoli fa. Perchè la cosa non ti esalta? Perchè ti senti invece piuttosto infastidito?

Forse perchè si è presentata proprio una barriera fisica tra te e il personale della struttura che sta cercando di darti il benvenuto. Beh…ormai (e purtroppo!) siamo così abituati a questo tipo di check-in/check-out che non lo mettiamo nemmeno più in discussione. Il servizio al cliente è l’elemento cardine della nostra industria e troppo spesso dimentichiamo quante volte l’esperienza dell’ospite inizi in maniera così negativa già al front desk.

Fai venir fuori i tuoi receptionist da dietro quel desk e permettigli di accogliere i tuoi ospiti allo stesso modo in cui accoglieresti qualcuno in casa tua. In fondo la tua struttura altro non è se non la casa di queste persone nella tua città, magari sarebbe giusto trattarla come tale. In che modo? Potresti tranquillamente effettuare il check in ai tuoi ospiti in un batter d’occhio da un semplice tablet e con il software giusto. Questo è esattamente il motivo per il quale abbiamo dato vita al nostro nuovo chiosco, il Mews Operator: un’applicazione gratuita che puoi installare in pochi minuti e che potrà trasformare i tuoi check-in in un’esperienza molto più rapida senza abbandonare la presenza di un tocco umano.